’Ndrangheta, estorsioni e usura, stangata alle cosche di Cutro

La condanna più pesante, a 16 anni di reclusione, il collegio l’ha inflitta al 58enne di Isola Capo Rizzuto Domenico Riillo (è quanto aveva chiesto il pm della Dda). Quindici anni di reclusione (tre anni in più rispetto alla proposta del Pm), sono stati invece comminati al 46enne di Cutro Vito Marti

[source: http://www.gazzettadelsud.it/news/catanzaro-crotone-vibo-lamezia/280007/ndrangheta-estorsioni-e-usura-stangata-alle-cosche-di-cutro.html]

I commenti sono chiusi.