L’omicida del 18enne: “Mi sentivo spiato dai miei vicini”

Riteneva di essere al centro di un "complotto", di essere "spiato" dai vicini di casa, Salvatore Gerace, il cinquantaseienne che ieri, a Crotone, ha fatto irruzione nell'abitazione adiacente alla sua sparando, in preda ad un raptus, e uccidendo Giuseppe Parretta. Il ragazzo che si trovava in casa in

[source: http://www.gazzettadelsud.it/news/catanzaro-crotone-vibo-lamezia/274189/l-omicida-del-18enne-mi-sentivo-spiato-dai-miei-vicini.html]

I commenti sono chiusi.