In quella “ferrovia sotterranea” scorre il sangue del mondo

«C’è una nuova nazione nascosta sotto la vecchia». È fatta di tunnel scavati nella roccia, corre per rettilinei misteriosi, curva chissà per dove, allunga spigoli nel buio. La percorrono chilometri di binari, su cui viaggiano, in orari non precisabili, locomotive vecchie e nuove, carrelli e vagoni,

[source: http://www.gazzettadelsud.it/news/spettacoli---cultura/263585/in-quella-ferrovia-sotterranea-scorre-il-sangue-del-mondo.html]

I commenti sono chiusi.